Un evergreen: il 50 millimetri

Nikkor AF-S 50 mm f/1,8 G
Il 50 millimetri, che d'ora in poi chiameremo il 'cinquantino' è un obiettivo che ha fatto la storia della fotografia da quando è apparsa sul mercato la pellicola formato Leica, ovvero quel formato con fotogramma 24x36 millimetri che corrisponde oggi al formato del sensore full-frame.

Coloro che hanno iniziato a fotografare con la pellicola, ricorderanno bene che all'acquisto della prima reflex, il cinquantino veniva fornito in kit. Solitamente era un 50 f/1,8. Il successo era quindi decretato e praticamente ogni fotografo ne possedeva uno; ma perché la scelta dei 50 millimetri di focale?

La tesi più comune è che un'ottica da 50 mm copra un angolo di campo simile a quello dell'occhio umano. Probabile, ma dal momento che se misurassimo l'angolo di visione di dieci persone, arriveremmo a scoprire che ogni singolo soggetto ha un angolo di visione diverso dall'altro, anche significativo, la tesi appare inesatta. Oltretutto, se diamo per assodato che il rapporto di ingrandimento dell'occhio umano è zero, nel senso che percepisce gli oggetti alle reali dimensioni, un obiettivo da 50 millimetri invece, ingrandisce leggermente, poiché per avere un ingrandimento pari a zero dovremmo utilizzare una lunghezza focale equivalente alla lunghezza della diagonale del sensore (o pellicola), che è 43,27 millimetri.

Allora perché è stato sdoganato l'obiettivo da 50 millimetri? La risposta più logica, oltre che per 'fare numero tondo', è che un'ottica da 50 millimetri è la più economica in assoluto da realizzare, grazie a schemi ottici semplici, costituiti da pochi gruppi di lenti. Grazie anche a questa semplicità costruttiva è possibile realizzare facilmente obiettivi luminosi. 

I vantaggi tuttavia non finiscono qui. I cinquantini f/1,8 oltre che essere economici, sono anche molto compatti e leggeri, sono più luminosi della stragrande maggioranza degli zoom, hanno solitamente una resa migliore e non da ultimo, permettono di realizzare ottimi sfocati. 

Finora ho parlato dei cinquantini f/1,8 che per le loro caratteristiche sono sicuramente un 'Must I Have', ma ne esistono altri più performanti e luminosi, anche se decisamente più costosi. Posso affermare che il difetto maggiore di un cinquantino f/1,8 è la costruzione di tipo economico che non offre un trattamento antiriflesso al top e privilegia un diaframma di sole 7 lamelle, seppur arrotondate, rispetto alle 9 o più lamelle dei 50 millimetri più luminosi, che tuttavia risultano notevolmente più costosi e luminosi.

C'è anche da dire però, che se utilizziamo a tutta apertura (TA) un obiettivo a 7 lamelle, piuttosto che uno a 9 lamelle, la rotondità dello sfocato è la medesima. E' solo chiudendo leggermente il diaframma che in un controluce possiamo notare le differenze.

Allora perché spendere quasi mille euro per un 50 f/1,4 Sigma Art o circa tremila euro per uno Zeiss Otus? Diciamo che in fotografia non esistono limiti al meglio e se uno si innamora di questa lunghezza focale e pretende il massimo assoluto in termini di nitidezza a TA, il massimo dello stacco del soggetto dallo sfondo e uno sfocato con un bokeh da favola, ecco che ha già capito cosa inserire nella propria wishlist.

Senza svenarsi tuttavia, un ottimo compromesso è offerto da due cinquantini, o meglio di Casa Nikon, l'AF 50 f/1,4 D e l'AFS 50 f/1,4 G, che stanno su una fascia di prezzo medio bassa.
Rispetto all'AFS 50 f/1,8 G sono leggermente meno nitidi a TA, soprattutto ai bordi. ma offrono un bokeh più bello e più pastoso. 

Quale scegliere allora? La risposta è impossibile da dare, perché dipende dai gusti personali. Io, dopo aver venduto l'AFS 1,4 ho acquistato l'AFD per la sua resa nello sfocato un po' vintage e proprio per il calo di nitidezza ai bordi a TA. Il suo grosso difetto però è l'insufficiente trattamento antiriflesso, che se da un lato procura flare bellissimi, in altri casi è fastidioso. Ecco perché nelle situazioni di luce difficile e per ottenere una maggior nitidezza quando mi serve, ho anche l'AFS f/1,8 G.

Last but not least, perché scegliere un obiettivo da 50 millimetri? Gli utilizzi sono numerosi. Su macchine full-frame è stato un obiettivo tra i più utilizzati nel reportage. E' inoltre molto adatto per ritratti a mezzo busto o addirittura a figura intera in foto verticali. E' in fondo un tuttofare, con una nutrita schiera di fans, ma anche di detrattori che prediligono il 35 millimetri, ritenendolo più versatile. Personalmente utilizzo sia il 50 che il 35, a seconda dei casi. 

Nessun commento:

Posta un commento

Tag

50mm (3) acquasetosa (1) ACR (2) adobe (2) alterego (1) andreasfeininger (1) applicazioni (1) arena (1) arte (1) articoli (4) artigianato (1) artista (1) artisti (1) autoscatto (1) backup (1) biancoenero (1) bigstopper (1) bn (2) bokeh (1) bottiglieriabaraldi (1) bouquet (1) bresson (2) bw (1) cameraraw (1) canon (1) card (1) cavalletto (1) cf (1) cinquantino (1) closeup (2) composizione (1) computer (1) comunicazioni (1) d3 (1) d700 (1) diaframma (3) disco (1) dng (1) effettoseta (1) elliotterwitt (1) engagement (1) esposizione (5) esposizionemultipla (1) f/1.4 (1) f/1.8 (1) filtri (1) filtrond (1) flowers (1) focale (1) focus-stacking (1) foodphotography (1) formattazione (1) foto (6) fotocamera (12) fotografi (4) fotografia (12) fotografiaarchitettonica (1) fotografo (12) fullframe (7) gardalake (3) gianniberengogardin (1) gioconda (1) guernica (1) heliconfocus (1) iamnikon (7) immagine (4) interni (1) iso (1) isoauto (1) istitutoiperbarico (1) jpg (1) kodak (1) lagodigarda (3) landscape (2) landscapephotography (1) leonardo (1) lightroom (1) louvre (1) LR (1) macro (2) macrofotografia (1) maf (1) matrimonio (2) megapixel (1) memorycard (1) menu (1) messaafuoco (1) micro (2) milkyway (1) movimento (1) nanocrystal (1) nikkor (7) nikon (20) nikond3 (1) nikond4 (10) nikond700 (1) nikond800 (2) NikonF3 (1) nikonistiverona (2) nikonitalia (3) notizie (2) obiettivo (2) oncamera (1) paesaggio (3) panoramica (1) pdc (1) pellicola (1) perditadati (1) pescedaprile (1) photo (6) photographer (7) photography (8) photooftheday (1) photoshop (5) picasso (1) picoftheday (3) picture (2) postproduzione (4) principidicomposizione (1) profonditàdicampo (1) PS (3) puntonodale (1) raw (3) regoladel400 (1) regoladel600 (1) reportage (3) rimozione (1) ritratto (4) robertcapa (1) romanticismo (2) rosa (2) rosarossa (2) rullino (1) salgado (1) sangiorgiodivalpolicella (1) schededimemoria (1) sd (1) sensore (2) sergiomarcheselli (1) sfocato (3) social (2) software (2) stars (1) stelle (1) stitching (1) street (2) streetphotography (1) sunset (1) surprise (1) sviluppo (4) tempodiscatto (2) test (1) treppiede (2) tutorial (6) usb (1) valpolicella (1) veneto (4) verona (4) vialattea (1) video (1) videocamera (1) villafranca (1) wedding (4) xqd (1) zeiss (1)