Il mio primo libro di Fotografia

Andreas Feininger - Principi di composizione
La passione per la fotografia mi è scoppiata fin dall'infanzia, quando chiesi insistentemente a mio padre di regalarmi una Polaroid. Il piacere di scattare una foto e vedersela materializzare sotto gli occhi in pochi minuti, aveva il sapore di magia. Sono rimasto subito affascinato, ma ahimé, a causa dei costi diventò presto improponibile. Fu così che mio padre mi passò la sua fotocamera che ormai non utilizzava più da tempo, una Kodak Retina II con ottica fissa, uno Schneider 50 f/2. Qualche rullino in bianco e nero e mi si aprì un nuovo mondo. Lo scatto, l'attesa per lo sviluppo, la stampa per poter toccare finalmente con mano le mie fotografie. 
Quella macchina era completamente manuale e mio padre mi fornì le prime basi per esporre correttamente.
Un giorno però, quando mi recai nel negozio di fiducia per ritirare le stampe, il titolare, esperto fotografo, aprì la busta con le stampe e mi fece osservare le foto che avevo prodotto, una ad una, elencandomi i vari difetti, soprattutto di composizione. 

Tra un cliente e l'altro mi trattenne per più di un'ora insegnandomi moltissime cose che memorizzai in maniera indelebile nella mia mente. Prima di lasciarmi andare, facendomi pagare solo le stampe delle foto che mi erano riuscite bene (era una gran brava persona, un vero appassionato di fotografia), in un biglietto mi scrisse due righe: "Andreas Feininger - Principi di Composizione".
Assieme al biglietto mi diede un telaietto vuoto per diapositiva e mi disse: "Comprati questo libro, studiatelo bene, poi incomincia ad uscire senza fotocamera e utilizza solo questo piccolo telaio per inquadrare. Se lo avvicini all'occhio inquadri più scena, come farebbe un grandangolo, se lo allontani vedrai come un teleobiettivo. Esercitati per una settimana e poi riprendi in mano la fotocamera e comincia a fare delle foto. Poi ci rivedremo".

Passarono circa due-tre settimane, quando ritornai da lui per sviluppare il rullino in bianco e nero. Come glielo consegnai mi disse di andare con lui in camera oscura e lo seguii, mentre lui iniziò la fase di sviluppo. Dopo vari reagenti e lavaggi, il rullino era sviluppato e cominciò ad osservare i vari fotogrammi.
Io ero, da una parte stupito per quel suo 'accanimento terapeutico' e nello stesso tempio in ansia per l'attesa del suo giudizio. Dopo un buon quarto d'ora si girò verso di me con un sorriso e mi disse: "Bravo! Vedo che hai letto il libro e ti sei esercitato". Mi sembrava di toccare il cielo con un dito.
Il giorno dopo tornai a ritirare le stampe e con mio massimo stupore, su un rullino da 24 pose, c'erano circa una quindicina di foto ben riuscite. Ero felicissimo!
Subito dopo il fotografo mi fermò e sentenziò: "Ricordati che sei agli inizi e che in Fotografia non si è mai finito di imparare. Leggi, studia, osserva le foto altrui, sperimenta e non sentirti mai bravo, perché dopo tantissimi anni di professione, anch'io in molte situazioni ho dei dubbi e delle difficoltà".

E' grazie a questa grande persona, prima che grande fotografo, che oggi anch'io posso dire di capire qualcosa di fotografia, anche se molte volte ho dei dubbi e devo affrontare difficoltà e superarle.

Grazie Renzo Zanoni, ovunque tu sia. 

Nessun commento:

Posta un commento

Tag

50mm (3) acquasetosa (1) ACR (2) adobe (2) alterego (1) andreasfeininger (1) applicazioni (1) arena (1) arte (1) articoli (4) artigianato (1) artista (1) artisti (1) autoscatto (1) backup (1) biancoenero (1) bigstopper (1) bn (2) bokeh (1) bottiglieriabaraldi (1) bouquet (1) bresson (2) bw (1) cameraraw (1) canon (1) card (1) cavalletto (1) cf (1) cinquantino (1) closeup (2) composizione (1) computer (1) comunicazioni (1) d3 (1) d700 (1) diaframma (3) disco (1) dng (1) effettoseta (1) elliotterwitt (1) engagement (1) esposizione (5) esposizionemultipla (1) f/1.4 (1) f/1.8 (1) filtri (1) filtrond (1) flowers (1) focale (1) focus-stacking (1) foodphotography (1) formattazione (1) foto (6) fotocamera (12) fotografi (4) fotografia (12) fotografiaarchitettonica (1) fotografo (12) fullframe (7) gardalake (3) gianniberengogardin (1) gioconda (1) guernica (1) heliconfocus (1) iamnikon (7) immagine (4) interni (1) iso (1) isoauto (1) istitutoiperbarico (1) jpg (1) kodak (1) lagodigarda (3) landscape (2) landscapephotography (1) leonardo (1) lightroom (1) louvre (1) LR (1) macro (2) macrofotografia (1) maf (1) matrimonio (2) megapixel (1) memorycard (1) menu (1) messaafuoco (1) micro (2) milkyway (1) movimento (1) nanocrystal (1) nikkor (7) nikon (20) nikond3 (1) nikond4 (10) nikond700 (1) nikond800 (2) NikonF3 (1) nikonistiverona (2) nikonitalia (3) notizie (2) obiettivo (2) oncamera (1) paesaggio (3) panoramica (1) pdc (1) pellicola (1) perditadati (1) pescedaprile (1) photo (6) photographer (7) photography (8) photooftheday (1) photoshop (5) picasso (1) picoftheday (3) picture (2) postproduzione (4) principidicomposizione (1) profonditàdicampo (1) PS (3) puntonodale (1) raw (3) regoladel400 (1) regoladel600 (1) reportage (3) rimozione (1) ritratto (4) robertcapa (1) romanticismo (2) rosa (2) rosarossa (2) rullino (1) salgado (1) sangiorgiodivalpolicella (1) schededimemoria (1) sd (1) sensore (2) sergiomarcheselli (1) sfocato (3) social (2) software (2) stars (1) stelle (1) stitching (1) street (2) streetphotography (1) sunset (1) surprise (1) sviluppo (4) tempodiscatto (2) test (1) treppiede (2) tutorial (6) usb (1) valpolicella (1) veneto (4) verona (4) vialattea (1) video (1) videocamera (1) villafranca (1) wedding (4) xqd (1) zeiss (1)